Settanta

Settanta

Storie di scrittori - Pasolini, Parise, Sciascia, Calvino, Celati, Manganelli, Arbasino, Camporesi, Scabia e, sullo sfondo, Pavese e Vittorini - e dei loro rapporti; storie di un periodo, gli anni Settanta, in cui va in crisi la figura dello scrittore intellettuale che interviene nelle vicende della società italiana, partecipa alla vita politica, milita in un partito o in un movimento, unisce l'attività letteraria al progetto di una società più giusta e umana.