Inaspettata vena poetica

Inaspettata vena poetica

Ho sempre odiato le poesie perché costretto a sciorinare a memoria quelle studiate a scuola.

Poi, una sera di aprile di sei anni fa, la svolta: la notizia che una cara amica aspettasse il primo figlio mi ispirò dei semplici versi che scrissi. Da allora non mi sono più fermato trovando nei fatti della vita quotidiana, nella contemplazione della natura, e del mare in particolare, ma anche nell'amore, le principali fonti di ispirazione. Le mie sono poesie semplici, in rima baciata, ma anche no, che spero possano rappresentare un piacevole momento di emozionale relax in chi vorrà leggerle.